Il nostro blog si arricchisce di una nuova sezione dedicata agli approfondimenti su alcune determinate tematiche. E’ lo spazio dedicato “all’esperto risponde” che, con domanda e risposta, di volta in volta traccerà le linee principali dell’argomento selezionato. Un modo per aprirsi ancor di più al territorio ibleo e siciliano, proprio come è la mission della nostra azienda Edilgroup, ma anche l’occasione per parlare in modo molto semplice e chiaro, di argomenti che spesso sembrano complessi. Iniziamo con un tema che senza dubbio è di grande importanza e che necessita un approfondimento, ovvero l’accesso al credito, che tra l’altro è anche uno degli strumenti da poter utilizzare per approfittare dei tanti incentivi attualmente disponibili come l’ecobonus o il sismabonus, o gli sgravi fiscali per le ristrutturazioni. E per discutere del credito d’imposta abbiamo scelto di parlarne con Alessandro Sorrentino, consulente del credito della Mutui Prestiti e Servizi di Ragusa.

Edilgroup: Ciao Alessandro e grazie per aver accettato la nostra intervista. L’argomento che affronteremo oggi è l’accesso al credito. Vogliamo risolvere infatti alcuni dubbi frequenti che nascono quando si valuta un immobile da acquistare. Quali sono le condizioni necessarie per attivare un mutuo e come sfruttare linvestimento con il bonus sulle ristrutturazioni?

 Alessandro: Ciao, grazie per l’invito! Mettere in chiaro alcuni passaggi è importante, soprattutto in questo periodo. Iniziamo subito e per questo vi chiedo di sottopormi un caso da analizzare insieme.

EdilgroupAlessandro, facciamo un esempio pratico: ci ha contattato Giovanni, 31 anni, il quale ha trovato una casa da acquistare che necessita di ristrutturazioni, anzi, lui ha le idee chiare sul design della casa che andrà ad abitare, noi lo stiamo aiutando a realizzare il suo sogno.

 Alessandro: Benissimo, stiamo parlando quindi di acquisto e ristrutturazione. Mi servono alcuni dati: Quanto costa limmobile? Quanto incide la ristrutturazione? Giovanni ha una busta paga? Di quanto?

Edilgroup: L’immobile costa € 50.000.  La ristrutturazione compreso lacquisto dei mobili incide di € 40.000. Giovanni ha una busta paga di € 1.200 netti.

 Alessandro: A questo punto possiamo procedere! Le banche per questo tipo di richiesta erogheranno il finanziamento sotto forma di mutuo acquisto e ristrutturazione: la somma per l’acquisto verrà erogata contestualmente al rogito, mentre la restante parte per la ristrutturazione verrà erogata durante lesecuzione dei lavori.

Edilgroup: Ok Alessandro è tutto chiaro! Adesso potresti calcolare la rata del mutuo? E per quanti anni dovrà essere pagata?

Alessandro: Per la cifra richiesta e considerando il reddito di Giovanni la rata mensile sarà di € 420 per 20 anni con il tasso variabile a rata costante del 1,15% . Però adesso tocca a voi fare i calcoli per definire la nuova rata a seguito delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni.

Edilgroup: Esattamente! Grazie alle detrazioni fiscali in vigore Giovanni recupererà in busta paga il 50% dei € 40.000 di ristrutturazione e acquisto mobili,€ 20.000 netti distribuiti in 10 anni. Risparmiando il 19% sugli interessi. La rata del mutuo è di € 420 ma Giovanni per 10 anni pagherà solamente € 240.

Alessandro: Bene, mi sembra un’ottima opportunità per Giovanni perché così paga una quota decisamente bassa.

Edilgroup: Alessandro abbiamo finito. Grazie del tempo che ci hai dedicato, speriamo di aver fatto chiarezza sull’argomento per i lettori del nostro blog.  Concludendo Giovanni ha acquistato, ristrutturato e ammobiliato casa con € 240 al mese per i primi di 10 anni di mutuo, meno di un affitto.

Come sempre Edilgroup è disponibile a fornire una consulenza. E’ possibile contattarci anche via email a info@impresaedilgroup.com